Stanza-Scapin

Evoluzione sostenibile tra pietre naturali e innovazione

Ott 10 • News in evidenza • 52 Views • Nessun commento su Evoluzione sostenibile tra pietre naturali e innovazione

Estetica e performance tecnica sono i plus delle creazioni firmate Scapin Pietro, che rispondono e anticipano le richieste del mercato

Chi li sceglie, lo fa per distinguersi. È questo il vero punto di forza della Scapin Pietro, specializzata nell’esecuzione di lavorazioni personalizzate su marmo e granito, specialmente per piani cucina, e della consociata Scapin Pietre, atelier mirato alla realizzazione di progetti customizzati, in base alle preferenze dei clienti, le più diverse finiture e soluzioni progettuali. Le dimensioni medie dell’azienda, che serve clienti italiani ed esteri, permettono di rispondere alle richieste del mercato con flessibilità e dinamicità. Caratteristiche che contraddistinguono la realtà di Onara di Tombolo (Padova) sin dal 1981, quando il fondatore Pietro Scapin decise di mettersi in proprio e avviare l’azienda oggi guidata dai figli Ugo e Nicola. “Qualità, innovazione, competenza e made in Italy sono sempre stati i nostri capisaldi”, racconta Elisabetta Scapin, terza generazione in azienda e architetto che, con una approfondita formazione, ha ulteriormente rafforzato la capacità di trasformare idee e desideri in solide creazioni. “I clienti oggi sono sempre più informati, esigenti e alla ricerca di un partner capace di supportarli nella concretizzazione dei loro progetti, guidandoli professionalmente nella scelta più adatta a unire gusto estetico e performance tecnica – sottolinea – Anche per questo le nostre proposte non si limitano alla trasformazione di marmi e pietre: è intensa l’attività di ricerca per proporre materiali artificiali, come il quarzo tecnico (che attualmente rappresenta l’80% della richiesta di mercato come superficie per top cucina), ricomposti di marmo o materiali da cottura tipo gres”.

La vera frontiera, dunque, è lo sviluppo di nuove superfici che possono avere al loro interno una componente lapidea o esulare totalmente dal settore pietra. “Il marmo e le pietre naturali rimarranno per sempre materiali intramontabili – conclude Elisabetta Scapin -, tuttavia il mercato ha sete di novità capaci di garantire performance tecniche e un ridotto impatto ambientale. Richieste che siamo in grado di soddisfare, percorrere e in molti casi anticipare”.

Piano cucina - Scapin