Giolica

Tra i tessuti, i valori della tradizione “Made in Prato”

Nov 14 • News in evidenza • 101 Views • Nessun commento su Tra i tessuti, i valori della tradizione “Made in Prato”

Giolica, un’azienda giovane e dinamica dove le idee fanno la differenza

Un’azienda giovane in un distretto dalle tradizioni secolari. Giolica, fondata nel 2008 a Prato da Lorenzo Marini, Franco Lay e Nicola Guarducci, è diventata in poco più di dieci anni un punto di riferimento nella produzione e vendita di tessuti fantasia di fascia medio-alta: un vero ambasciatore del “Made in Prato”, un concetto basato su ricerca, innovazione e rispetto ambientale.

“Made in Prato – spiega il presidente, Lorenzo Marini – è la fedeltà assoluta a un modo di pensare e di lavorare. È ricerca estrema e continua di novità, nel rispetto delle più stringenti normative in materia di tutela ambientale. Se alla sostenibilità uniamo il gusto italiano, la creatività e l’innata capacità di anticipare mode e tendenze, comprendiamo i vantaggi competitivi del Made in Prato. Qui s’è cominciato a riciclare indumenti da tutto il mondo già cento anni fa”.

Inoltre, “Giolica per essere ‘avanti’ investe in ricerca e sviluppo il 5% del proprio fatturato annuo”, sottolinea il consigliere Nicola Guarducci.

“Gli stilisti e i retailer internazionali ci chiedono colore e immagine, qualità, materie prime eccellenti, combinazioni straordinarie, originalità. Sono le idee a fare la differenza, la capacità di proporre il prodotto giusto una stagione prima degli altri. Chi ci sceglie non lo fa per il prezzo, ma per i nostri valori”.

Valori molto apprezzati, sia nel nostro Paese che a livello internazionale. “L’Italia rappresenta il 25-26% del nostro giro d’affari – afferma il consigliere Franco Lay -. I nostri mercati di riferimento sono l’Europa, principalmente, seguita dagli Stati Uniti e dal Far East”.

“Siamo consapevoli che il nostro successo si debba alle nostre maestranze. Per questo siamo molto impegnati ad attirare giovani in azienda. Abbiamo bisogno di operai, di intermedi, di tecnici specializzati. L’età media dei nostri lavoratori è tra i 40 e i 45 anni, ma abbiamo un vuoto tra i 20 e i 40. Tra i valori dell’azienda, dunque, c’è anche quello delle persone”, conclude il presidente.

C’è un futuro nel Made in Prato.